audience

Quando parliamo ai nostri contatti e vogliamo davvero motivarli a fare un’azione nei confronti della nostra organizzazione dobbiamo parlare di emozioni. Proviamo a capire assieme quali sono i passi da fare per ingaggiare e nutrire la nostra audience.

1. Conosci la tua audience

Per raggiungere la tua audience, hai bisogno di conoscerla. Studia l’analytics dei tuoi social network per comprendere cosa attrae maggiormente la tua audience. Prendi nota dei post più popolari, oppure delle tipologie di post in cui la tua audience è maggiormente reattiva. Analizza il numero di condivisioni e i commenti, ed utilizza queste informazioni per le tue comunicazioni.

Senza sapere chi sono i tuoi donatori, sarà difficile connettersi con loro.

2. Condividi storie autentiche

Il primo step per iniziare delle conversazioni con i sostenitori è quello di condividere storie importanti che portino alcuni valori universali. Siamo costantemente circondati da advertising, per cui abbiamo imparato a schivare le continue richieste che riceviamo. Dobbiamo emergere, per cui quando chiedi a qualcuno di fare qualcosa puoi ricambiare con dei contenuti ritenuti validi dai tuoi sostenitori e possibili donatori.

3. Dai alla tua audience dei suggerimenti

Non possiamo aspettarci che i nostri sostenitori inizino una conversazione con noi senza ricevere sollecitazioni. Se vuoi che i tuoi sostenitori parlino con te devi sollecitare il dialogo. Ad esempio durante una campagna della tua ONP puoi chiedere ai sostenitori di condividere dei pensieri legati alle tua causa o puoi incoraggiarli a condividere una loro storia.

Un altro modo per supportare i tuoi fundraiser è quello di interagire con i followers quando condividono una delle nostre storie con un commento, un like, un ringraziamento.

4. Supportali nel fare fundraising

Molti sostenitori fanno fatica a raggiungere il loro network, per cui potrebbe essere utile fornirgli degli strumenti per meglio sviluppare le loro attività di raccolta fondi personale e ingaggiare i loro sostenitori. Ad esempio puoi creare loro dei templates per i post sui social media oppure dei testi da utilizzare per condividere e spingere le persone a fare delle donazioni da aggiungere alle loro email, whatsapp.

5. Ingaggia nuovamente i fundraisers che si sono allontanati

Quando un fundraiser lancia una raccolta fondi arriva sempre un momento in cui si distacca ed è meno spronato ad andare avanti con la raccolta fondi. Tocca a te reingaggiarli. Come farlo? Ecco alcuni esempi:

  • Invia delle email di update in modo regolare per fargli sapere quanto manca per raggiungere l’obiettivo. Ringraziali e ricordagli che il loro sforzo sta avendo un grande impatto sulla causa.
  • Condividi delle nuove informazioni utili – in questo modo i fundraiser possono aggiornare e ingaggiare a loro volta il loro network. Puoi ad esempio inviargli foto, citazioni, grafici che facilmente possono aggiungere alle loro email di condivisione della raccolta fondi.
  • Proponi dei suggerimenti di donazione con tagli differenti per poterne mostrare anche il diverso impatto, in questo modo anche i fundraiser potranno condividere questa informazione con il loro network.

 

Photo by Madi Robson , John Schnobrich on Unsplash

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>