tassi di conversione

banner iscrizione crowdchicken

Come fare in modo che una persona che arriva sulla mia pagina di donazione effettui una donazione? 

A meno che tutte le persone che arrivano sulla pagina effettuano una donazione c’è spazio per migliorare. Se la tua pagina converte il 100% dei visitatori abbiamo tutti molto da imparare da te! 

In realtà i visitatori spesso non donano per una moltitudine di ragioni, fortunatamente però ci sono dei cambiamenti che le non profit possono implementare nelle loro pagine di donazione per convertire sempre più visitatori in donatori. 

1. Crea pagine personalizzate per diversi segmenti

personas

Abbiamo parlato a lungo della segmentazione delle email e di come è importante per coinvolgere in modo più efficiente i sostenitori. Le email però non sono tutto ma rappresentano solo un passo verso la donazione.  

Un errore comune che le organizzazioni non profit commettono è quello di indirizzare diversi segmenti di donatori alla stessa pagina di donazione anche se sono molto diversi tra loro.  

Quando crei delle pagine uniche per ogni segmento chiave aumenti la probabilità che il messaggio comunicato colpisca il potenziale donatore. Anche piccoli aggiustamenti alle immagini e al contenuto possono ottimizzare le conversioni. Considera fattori come ad esempio quanto un utente è familiare con la tua organizzazione o se ha già donato per la causa per scegliere quali cambiamenti effettuare.  

Prova a indirizzare questi segmenti chiave a una specifica pagina di donazione: 

  • Donatori per la prima volta 
  • Donatori più generosi 
  • Partecipanti ad eventi passati 
  • Donatori persi  

2. Non reiterare lo stesso appello

Uno degli errori che vediamo spesso sulle pagine di donazione è quello di copiare semplicemente messaggi che i sostenitori hanno già visto su altre pagine web o nelle email che ricevono. Racconta qualcosa di nuovo, dai delle informazioni in più, non cambiare soltanto le parole. 

Aggiungi qualcosa in più al contenuto originale, un paio di righe che mostrino l’impatto del donatore e che migliori l’esperienza.  

Pensa ad un contenuto che può risultare interessante ai visitatori, renderli consapevoli e spingerli a donare. Magari è una statistica o una citazione, magari un’immagine, sperimenta!

3. Rendi le tue pagine di donazione facili da usare

Quando un sostenitore raggiunge una pagina di donazione della tua organizzazione ha già in mente l’idea di donare. Quindi non dobbiamo rallentare questo processo. 

Non rendere complessa la pagina di donazione. Quello che per te può sembrare un elemento di valore magari può risultare fastidioso per il sostenitore. Quindi, ogniqualvolta aggiungi del contenuto, pensa: “questo contenuto migliora l’esperienza del mio donatore potenziale?”. 

  • Messaggi corti e dritti al punto, non scrivere dei papiri. 
  • Formatta il testo in modo che sia facile da leggere. Non scrivere un singolo blocco di testa ma suddividi in paragrafi, elenchi puntati e sfrutta il grassetto e corsivo.  
  • Inserisci immagini di alta qualità e rilevanti per la storia che racconti. 
  • Minimizza le distrazioni, fai attenzione ai link che allontanano dalla pagina di donazione. 

4. Raccogli informazione necessarie

Raccogli solo le informazioni necessarie per la tua campagna. Quando un sostenitore giunge al form di donazione gli step necessari per effettuare la donazione devono essere pochi. Tendenzialmente, più lungo è il form meno conversioni otterrai. Omettere domande opzionali renderà i tuoi form puliti e ordinati. 

5. Mettiti nei panni dei visitatori

punto interrogativo

A volte sei talmente immerso e informato che perdi di vista come una pagina di donazione appare a un nuovo visitatore. Una volta creata guardala con occhi diversi per vedere com’è realmente l’esperienza. 

Leggi ogni parola e compila il form per vedere quanto tempo è necessario per effettuare una donazione. Condividi con i tuoi colleghi e raccogli dei feedback.  

  • Quali contenuti non sono necessari e rallentano? 
  • Cosa manca? Cosa potrebbe creare dei dubbi? 
  • Cosa può essere incluso o rimosso per un’esperienza più efficiente?  

Rispondi a queste domande e revisiona la tua pagina di donazione in base alle risposte avute.   

Continua a sperimentare per trovare cosa funziona per la tua organizzazione! 

iscrizione crowdchicken

Leave a Reply

Your email address will not be published.Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>